Le abilità psicologiche avanzate

0
0
0
s2smodern
powered by social2s

Abilità 2In un precedente articolo ho delineato quali sono le abilità psicologiche di base utili per ogni atleta. Il fatto di distingurle dalle "avanzate" è per sottolineare il fatto che queste ultime non hanno lo stesso peso in tutte le discipline, pur riconoscendone l'importanza. Ad esempio, uno scacchista può usare la concentrazione diversamente dal giocatore di calcio o dal maratoneta, anche solo perchè lo svolgersi delle gare è differente.

Riprendendo la classificazione di Cei (2011) riportata nell'articolo già citato, per uno sportivo si possono individuare le seguenti abilità "avanzate".

 

  • Definire gli obiettivi: saper definire dei buoni obiettivi è il primo passo per definire quelle che sono le azioni necessarie a migliorare le proprie performance.
  • Sapersi concentrare: essere presenti nel qui e ora è importante in ogni attività sportiva (e della vita). Ognuno può avere una modo particolare con cui focalizzarsi su un'azione, dettato dalle proprie caratteristiche e da quelle della propria disciplina (difficilmente un calciatore userà le stesse tecniche di un tiratore a segno).
  • Avere uno stile esplicativo ottimista (Seligman, 1990): vari studi hanno dimostrato che l'idea che abbiamo sulle nostre future prestazioni finiranno per condizionarle, ma anche che il nostro modo di pensare influenza l'interpretazione dei risultati. L'atleta ottimista è colui che ha raggiunge più facilmente gli obiettivi e considera l'eventuale insuccesso come causa di errori rimediabili (es. scelta strategica sbagliata) e i successi come dovuti alle proprie abilità.
  • Gestire dello stress: saper mettere in atto tutte quelle azioni che aiutano a controllare i fattori stressanti per una persona, dall'accettazione di ciò che si sta provando (seppur negativo) alla consapevolezza di ciò che è il proprio stato ideale per gareggiare, dall'uso di tecniche idonee ad affrontare lo stress alla ricerca (e messa in atto in allenamento) di soluzioni ad elementi avversi.
  • Gestire della gara: è necessario pianificare ciò che andrà fatto durante la competizione, così come delineare quelle che sono le azioni da svolgere anche prima dell'evento o addirittura durante tutta la giornata. Avere routine e soluzioni studiate precedentemente permette di non lasciare nulla al caso ed essere pronti ad ogni esigenza/imprevisto senza togliere energie psicofisiche all'attività agonistica.
  • Gestire della vita extrasportiva: durante la carriera l'appoggio (morale, emotivo ed economico) di chi sta accanto è importante, come creare e mantenere relazioni sane e soddisfacenti che permettano di affrontare la competizione con la giusta serenità.
  • Creare un buon rapporto con l'allenatore: avere una relazione soddisfacente con chi ci guida, fidarsi e stimarsi reciprocamente è un aspetto fondamentale per avere benefici nell'attività agonistica e sostegno nei momenti negativi.

 

Alcune delle precedenti capacità per Robazza et. al (1994) vengono considerate come abilità di base (es. concentrazione, gestione dello stress, goal setting). Indipendentemente dalle proprie idee, in qualità di psicologo devo intervenire su tutte quegli aspetti determinanti per la riuscita di un atleta nel proprio sport, cercando le giuste tecniche e le soluzioni idonee per aiutarlo a gareggiare al massimo.

 

 

Vuoi maggiori informazioni o prendere un appuntamento per risolvere un problema che ha a che fare con l'articolo? Clicca QUI.

Vuoi sapere su quali altri aspetti lavoro e in che modo? Clicca QUI.

 

 

Bibliografia
Cei, A. (2011).
L'allenamento mentale degli atleti. In F. Lucidi (Ed.) (2011), Sportivamente. Edizioni LED: Milano.

Robazza, C.; Bortoli, L.;Gramaccioni, G. (1994). La preparazione mentale nello sport. Edizioni Luigi Pozzi: Roma.

Seligman, M.P.E. (1990). Learned Optimism. Simon & Shuster Inc: New York. Trad it. (1996), Imparare l'ottimismo. Giunti: Firenze.

Categoria: /

Questo sito utilizza i cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o semplicemente navigando nel sito, come anche cliccando su qualsiasi link in esso contenuto, si accetta l’uso dei cookie.  Per approfondire visualizza l'informativa estesa.