Come lavoro con l'atleta infortunato

0
0
0
s2sdefault

Alcune volte mi trovo davanti atleti con un infortunio serio, per intenderci tali da costringerli ad un lungo periodo di inattività (3 mesi o più). Le emozioni principali che mi vengono raccontate sono soprattutto di sconforto, paura di perdere terreno rispetto ai propri avversari, senso di vuoto per la mancanza degli allenamenti o della competizione. Per quanto sarebbe bello, non ho la cura miracolosa per ridurre i tempi di guarigione, ma certamente posso fare qualcosa per aiutare l'atleta nel suo percorso di recupero.

 

In un articolo precedente avevo analizzato gli aspetti necessari per vivere al meglio un periodo di forzata inattività. Anche tenendo conto di quella lista, di seguito ti riporto quali sono i punti principali del mio intervento in queste situazioni.

 

  • Dare sostegno psicologico: essenziale è stare vicino all'atleta, soprattutto nel primo periodo, quando sembrano svanire gli obiettivi per cui si era lavorato tanto in precedenza, ma anche nelle fasi più delicate della riabilitazione.
  • Proporre visualizzazioni personalizzate: esistono immagini mentali che possono aiutare ad affrontare al meglio il periodo di riposo forzato, sia legate all'attività agonistica che alla gestione dello stress.
  • Reinterpretare insieme la situazione: spesso ci sono attività, magari tralasciate nel tempo, che possono essere portate avanti per essere utili nel futuro, per esempio lo studio di nuove tecniche di allenamento, l'analisi approfondita delle proprie prestazioni per capire in cosa dover migliorare in seguito, ma ci si può anche dedicare ad altri campi come l'attività scolastica.
  • Formulare nuovi obiettivi: che siano legati al punto precedente, alla riabilitazione o da conseguire all'immediato ritorno all'attività agonistica, avere una prospettiva di lavoro aiuta chiunque a sapere in che direzione impegnarsi.
  • Approfondire alcuni aspetti della preparazione psicologica: se non ci si può allenare sul campo, perchè non aproffittarne per spendere il tempo a creare e pianificare strategie mentali utili a rendere al meglio una volta tornati in gara?

 

 

Vuoi maggiori informazioni o prendere un appuntamento? Clicca QUI

Vuoi sapere su quali altri aspetti lavoro e in che modo? Clicca QUI

Categoria: /

Questo sito utilizza i cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o semplicemente navigando nel sito, come anche cliccando su qualsiasi link in esso contenuto, si accetta l’uso dei cookie.  Per approfondire visualizza l'informativa estesa.